15° Congresso Nazionale GTM

“Knowledge in Manual Therapy

Clinical Practice meets the research”

Nei giorni 23 e 24 settembre si svolgerà il più importante appuntamento dell’anno per la terapia manuale e la fisioterapia muscoloscheletrica italiana: il 15° Congresso Nazionale del GTM.

L’evento, caratterizzato da un alto valore scientifico, farà anche da sfondo al ventesimo anno di attività dell’Associazione, che per questo motivo, ha impegnato moltissime risorse. Nella splendida sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Brescia, si svolgerà un Congresso che ha avuto il patrocinio di ben 9 fra le più importanti società scientifiche ed associazioni culturali italiane inoltre ha ottenuto per l’occasione la collaborazione del Prof. Stefano Negrini – Direttore della Cochrane Rehabilitation, che sarà relatore e presidente del congresso, insieme al collega Dr. Firas Mourad, vice-presidente del GTM.

La presenza del Prof. Negrini è motivo di prestigio e rappresenta una presenza emblematica rispetto al tema del congresso di quest’anno che avrà come titolo “Knowledge in manual therapy – Clinical practice meets the research”. La giornata congressuale, che si svolgerà il 24 settembre, cercherà di confrontare e, soprattutto, far incontrare, le due dimensioni del fisioterapista moderno: la pratica clinica e la ricerca scientifica, spesso troppo lontane fra loro. Le due facce della stessa medaglia che, frequentemente, restano chiuse nei propri mondi e private della reciproca comunicazione: il circolo vizioso di una ricerca fine a se stessa e di una pratica clinica che non tiene conto dei risultati della ricerca, il tutto orientato alla terapia manuale ed alla riabilitazione dei disordini muscoloscheletrici.

Il congresso di quest’anno vuole mostrare come una ricerca scientifica di qualità sia al servizio della clinica e come una pratica clinica appropriata non possa prescindere dai risultati della ricerca scientifica. Nella giornata congressuale si alterneranno numerosi relatori di grande spessore professionale – tutti impegnati come docenti in Corsi di Laurea (CdL) o in Master Universitari riconosciuti dall’IFOMPT (International Federation of Orthopaedic Manipulative Physical Therapists) e, tutti con una lunga esperienza sia nella ricerca che nella pratica clinica – che metteranno in evidenza come i due mondi possano e devono non solo incontrarsi, ma anche integrarsi.

La giornata congressuale sarà preceduta, il giorno 23 settembre, da una giornata dedicata a due workshop, che tratteranno le recenti acquisizioni nella gestione di patologie dell’arto inferiore e del rachide lombare e cervicale.

L’evento sarà aperto alle prime 600 iscrizioni di cui 250 gratuite per gli studenti del III anno del CdL di Fisioterapia e del V e VI anno del CdL di Medicina. E’ possibile iscriversi on-line dal sito www.terapiamanuale.it