Il dolore femororotuleo è una condizione non auto-limitante, con sintomi ricorrenti e può evolvere in dolore cronico.

Inoltre evidenze preliminari suggeriscono che il dolore femororotuleo potrebbe essere un precursore dell’artrosi femororotulea.

Il controllo del peso corporeo è fondamentale per soffrire meno.

L’eperienza del lavoro a secco porta molti autori a concordare i seguenti punti che si rifanno alla biomeccanica del ginocchio:

1) Lavorare con poca pressione/carico nel ginocchio acuto o doloroso

2) Meglio se aumentando le superfici di contatto, migliora anche la nutrizione cartilaginea

3) Meglio ginocchio flesso, ma poco praticabile

Il Metodo A.S.P (F.Cavuoto; M.A.Mangiarotti) dell’ANIK con la sua logica affronta i tre punti nel seguente modo:

1) La pressione sul ginocchio è annullata dal lavoro in vasca, che può essere realizzato anche a catena cinetica aperta e con facili mobilizzazioni sia con l’effetto della Resistenza idrodinamica, sia con la spinta idrostatica,;
2) L’aumento delle superfici di contatto si può ottenere mediante l’immersione graduata del paziente, a catena cinetica chiusa;
3) In acqua il lavoro a ginocchio flesso è sempre praticabile;
nel filmino lo squat praticato con la selezione dei livelli dell’acqua e la correzione manuale sulla rotula riassume le tre caratteristiche.

Fulvio Cavuoto

Fulvio Cavuoto

Diploma Universitario di Terapista della Riabilitazione dell’Apparato Motore (Titolo equipollente al D.U. per Fisioterapista con Decreto del 27/07/2000 su G.U. del 16/8/2000 n. 190)
Laurea di 1° in Fisioterapia – con voto 110 e lode Università di Roma “La Sapienza” – Policlinico Umberto I

Socio fondatore dell’ANIK (Associazione Nazionale Idrokinesiterapisti) Dirigente ANIK
Titolare e Amministratore dell’associazione professionale AIR (Accademia di Idrokinesiterapia e Riabilitazione) – Studio Professionale Associato Via di Donna Olimpia, 8 00152 Roma

Ideatore con il collega Marco Antonio Mangiarotti del Metodo A.S.P. (Approccio Sequenziale e Propedeutico) e dei corsi di specializzazione ANIK sulla riabilitazione in acqua.
Docente presso enti pubblici e privati in Italia e all’estero di corsi di formazione in idrokinesiterapia

Marco Antonio Mangiarotti

Marco Antonio Mangiarotti

Fisioterapista e Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva
Diploma di “Terapista della Riabilitazione della Neuro Psicomotricità dell’età evolutiva” conseguito presso l’Istituto di Neuropsichiatria Università degli Studi di Roma “Sapienza” nel Luglio 1984

Laurea di 1° livello in “Fisioterapia” conseguita presso l’ Università degli Studi di Siena nel Maggio 2004.
Socio fondatore e Vicepresidente dell’A.I.T.V. (Associazione Italiana Terapisti Vojta).

Cofondatore dell’ANIK (Associazione Nazionale Idrokinesiterapisti) ed attuale Presidente.
Presidente ANIK(Associazione Nazionale Idrokinesiterapisti) dal gennaio 2006 al gennaio 2010
Dal 1999 “Referente Nazionale “ del Gruppo di Interesse Specifico
( G.I.S ), Aria (A.I.T.R. riabilitazione in acqua), in seno all’A.I.F.I. Nazionale (Ass. Italiana Fisioterapisti).